Social Media Per Aziende

Gestire un blog con intelligenza senza fare grandi investimenti


Per chi
    • fa il lavoro di blogger con un minimo di serietà ma senza grandi risorse alle spalle
    • gestisce il blog aziendale ed intende avere risultati concreti nel medio/lungo termine

Son ancora tempi molto difficili in Italia, ma sempre di più vediamo persone che masticano abbastanza bene (e diciamo la verità, anche chi lo mastica peggio di me!) l’italiano, con contenuti specifici ed interessanti da condividere, che scelgono il blog come mezzo comunicativo.

In questo post, do per scontato che hai un tuo modello di business (come fai creare un’entrata economica tramite il tuo blog se quello è il tuo obiettivo, o altro ancora per gli altruisti tra di voi!). A me basta sapere che tu sai perché il tuo blog (o il blog aziendale) esiste:

  • per vendere prodotti/servizi
  • come contenitore attraente per google ads (ed altri programmi pubblicitari)
  • per rafforzare il nome di un brand
  • per dimostrarsi autorevole su una determinato argomento
  • per diffondere conoscenza
  • per salvare la razza umana da sé stessa.

Ci possono chiaramente essere altri motivi. Basta che tu lo sappia. Se non lo sai, chiudi questo post, e torna quando hai chiarito bene PERCHÉ esiste il tuo blog (sia personale che aziendale).

Qualunque sia il tuo obiettivo macro, un tuo obiettivo micro è quasi sicuramente avere “una presenza massiccia” sul web.

Ci sono 3 modi per raggiungere il tuo obiettivo micro.

Canali di tua proprietà

Canali sui quali hai il controllo assoluto

  • il tuo sito web/blog
  • la tua pagina aziendale facebook
  • la tua pagina G+
  • il tuo account twitter
  • il tuo account pinterest/instagram/tumblr
  • ecc.

blog twitter

Canali a pagamento

Ad esempio l’acquisto di uno spazio pubblicitario su google, facebook e (da pochissimo) anche su twitter. Paghi ed hai risultati, appena smetti di pagare i risultati spariscono 🙂

blog facebook

Le campagne a pagamento portano risultati veri, finché paghi …

Visibilità guadagnata

Assolutamente il più bello dei tre! Questa visibilità non “appartiene” a te, non è di tua “proprietà”, non può essere acquistata ma può essere solo “guadagnata”. Si tratta della passaparola online e offline, acquisire followers e fans e connessioni sui mezzi social, costruire un ampia direct mailing list e risultare in alto nel ranking della ricerca organica di google per le parole chiave del tuo settore.

Analytics: ti dice quali sono i mezzi social più importanti per portare traffico verso il tuo blog

Analytics: ti dice quali sono i mezzi social più importanti per portare traffico verso il tuo blog

Parliamo quindi di visibilità guadagnata

E parliamo quindi di contenuti. Creare contenuti che possono comunicare e “toccare” le sensibilità degli utenti è assolutamente il punto di partenza per sviluppare fiducia intorno alla tua azienda ed al tuo brand. I tuoi contenuti fatti bene lavorano per te mentre tu dormi! È da lì che inizia il ciclo del vero engagement.

Come crearsi questa visibilità?

Social

Un luogo dove i contenuti sono sia pubblicati che distribuiti. Il tuo obiettivo deve essere costruire un “fan club” online. È proprio qui che nasce il vero passaparola virtuale (molto probabilmente tramite facebook e twitter).

  1. facilita la vita ai tuoi fans e fornisci sempre la possibilità di condividere i tuoi contenuti tramite gli appositi plugin
  2. condividi i tuoi contenuti più volte ed in più modi
  3. condivi i contenuti pertinenti degli altri
  4. rispondi sempre ai commenti, tutti!
  5. sfrutta i contenuti visivi; noi (tutti) siamo banali ed abbiamo furia – foto, infografiche e video di massimo 9 secondi aiutano
  6. incoraggiare user-generated content – ha un valore ben superiore ai tuoi contenuti

Ricerca organica

Un nuovo sito non ha né “autorità” né “esperienza”; un po’ come un bimbo di due anni che inizia a parlare. Ma dopo 3 nanosecondi dal momento in cui questa nuova creatura prende vita, devi pensare solo a come farla crescere e diventare un’autorità con esperienza. NON avviene se la trascuri. Inizialmente vanno bene anche post intorno a 1000 parole, di contenuti importanti. Stai cercando di creare backlinks (link da altri siti che arrivano sulle tue pagine) – e sia chiaro che un link dal blog personale di Pinko Pallino ha un valore, ma un link da Wikipedia ne ha tutto un altro! Google è in grado di leggere i link in arrivo al tuo sito. Nel tempo (tanto tempo, non giorni o settimane …) google assegna sempre più credibilità al tuo sito.

blog google analytics

Analytics: ti aiuta a capire come gli utenti arrivano sul tuo blog

Aiuta il tuo sito ad essere ben posizionato nelle ricerche organiche; frasi chiave negli slug e nei titoli dei post (wordpress ad esempio ti aiuterà tantissimo in questo già per come è impostato – se aggiungi un semplice plugin tipo yoast sei al top!). Nel contenuto stesso usa brevi frasi e parole chiave intelligenti per la tua causa. E finalmente, fai anche un po’ di guest blogging per chi ti permette di backlinkare al tuo sito.

Notifica per email

Devi assolutamente inserire la possibilità di iscriversi per email al tuo sito (preferibilmente presente sulla pagina di ogni singolo post). Se poi metti pure il pop-up che invita le persone ad iscriversi, ancora meglio.

blog email

Passaparola

Online e offline. Qui do per scontato che hai un prodotto/servizio eccellente (eccellente in termini di rapporto qualità/prezzo). La recensione (positiva) ha un valore immenso e tu devi fare tutto quello che puoi per facilitare il rilascio di recensioni, con plugin sul sito, app su facebook ecc.

Organizzati!

La visibilità “guadagnata” del tuo blog richiede pazienza e costanza. Ma è senza ombra di dubbio lo strumento più efficace e più potente per blogger, aziende e brand. Alla base di tutto c’è la buona programmazione della tua comunicazione… datti da fare! In bocca al lupo non te lo dico, perché la fortuna c’entra davvero poco. Invece ci vuole elbow grease. (Mi sono promessa che in ogni articolo che scrivo, vi lascio qualche “insolita” perla di inglese, giusto per tenervi svegli).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On PinterestVisit Us On Twitter