Social Media Per Aziende

La pausa è importante per il social media coso [post semi serio]


Per chi
  • ha decisamente bisogno di una pausa
  • avrebbe decisamente bisogno di una pausa, ma non riesce a staccare nemmeno di fronte a un’invasione zombie

“Pausa è bello” – anche per la tua produttività

Il Social Media Coso lo sa: rispondere ai commenti, seguire un piano editoriale, scegliere, elaborare contenuti, visual, twittare, confezionare newsletters, caricare video e tante attività che spesso si rincorrono e si accavallano.

pausa

 

Secondo alcuni studi (tipo questo e questo, ma potevamo arrivarci anche da soli) il nostro cervello non è fatto per gestire uno stato d’emergenza costante e rispondere a molteplici stimoli per un lungo periodo tempo. La possibilità di commettere errori ed #epicfail è direttamente proporzionale al nostro sovraccarico di lavoro. Meno tempo abbiamo da dedicare a ogni singola attività, più è probabile commettere disastri o elaborati superficiali.

Il modo migliore sembra essere quello di lavorare in maniera sistematica e concentrata per almeno 40-45 minuti e poi fare una pausa di almeno un quarto d’ora. Sicuramente non va trascorsa a scrollare l‘home feed di facebook in maniera compulsiva. Soprattutto per chi lavora molto tempo al pc, staccare dalla propria postazione è fondamentale sia per il benessere della vista che per per dare una nuova spinta propulsiva alle idee.

Va bene, fine della parte seria. In realtà chiunque svolga questa professione, sa benissimo che il bornout è dietro l’angolo. La verità è che spesso non se ne può fare a meno. E quindi mi sono divertita a giocare un po’ con i tanti saggi consigli che si trovano sull’internet.

La lista delle cose che puoi fare durante la pausa e non diventare isterico.

[Il problema è serio, la lista no]

#1 Uscire in corridoio e attaccare bottone con chiunque trovi. Per favorire l’accesso di nuove idee, puoi provare ad infierire sull’altrui abbigliamento.

#2 Sabotare la macchinetta del caffè e sostituire lo zucchero con il sale. Trascorri quei 15 minuti di relax osservando le espressioni di giubilo di colleghi e superiori. Bravo, stai godendo degli stessi benefici di una seduta di yoga.

#3 La vecchia tecnica della cerbottana nella bic. Cosa c’è di più rilassante che infilare tanti piccoli pezzi di carta – avendo avuto cura di ciuccicchiarli per bene – nel corpo vuoto di una penna bic e poi mirare i tuoi vicini di scrivania? Il giouco è ancor più divertente se riesci a non farti scoprire.

#4 In alternativa puoi anche ritagliare dei piccoli pezzi di carta e colorarli di nero. A questo appunto applicane uno o più su qualche denti e inizia a sorridere a quella tua collega così avvenente. Vedrai che successo!

#5 Se invece lavori da casa, puoi sempre scendere a suonare i campanelli dei vicini, invertire vasi dei fiori di proprietari diversi o farti raccontare la giovinezza della vecchina al piano di sotto.

pausa creativa

Va bene, smetto.

Ma davvero non sono riuscita a proporti di fare una passeggiatina, bere il caffè e fissare il traffico fuori dalla finestra.

Quali sono le tue armi letali e segrete per sfuggire allo stress?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest