Social Media Per Aziende

Uso delle variabili UTM in pinterest


Per chi
    • pubblica immagini “pinnabili”
    • sa cosa sono le variabili UTM di Google Analytics

A quanto pare dalle parti di Pinterest sono attenti alle richieste delle aziende. Una delle domande ricorrenti (quorare per credere) era perché mai al momento del pin le variabili UTM venissero asportate dai link.

[a chi, nonostante il mio avvertimento, si fosse addentrato in questo tecnicissimo articolo senza sapere a che servono le variabili UTM, consiglio questa ottima spiegazione di Serena Rigamonti]

Ebbene, pochi giorni fa pinterest ha reso noto che le variabili UTM sono ora supportate e possono essere liberamente usate nei link alle immagini.

Pinterest UTM support

Sarà quindi possibile visualizzare in Google Analytics in maniera semplice il traffico proveniente da ogni singolo pin (o gruppo di pin). Ovvero, in soldoni, potremo capire qual è l’immagine che rende di più.

Tutto bello, ma con l’avvertenza (per la quale ringraziamo Vincent Ng) che le variabili UTM non si sposano bene con i rich pins.

Un aspetto interessante (sempre riportato da Vincent Ng) è che se qualcuno repinna un’immagine corredata di variabili UTM, queste rimangono pervicacemente attaccate all’immagine, ovvero non si perdono per strada. Questo è positivo perché altrimenti nella nostra statistica non avremmo un quadro globale, ma solo parziale limitato al primo “pinnatore”. Inoltre nel caso in cui una stessa immagine venga pubblicata in due luoghi diversi con due diverse variabili UTM, possiamo distinguere le due fonti di traffico.

Voi usate le variabili UTM? Le avete già “testate” con i pin? E…?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On PinterestVisit Us On Twitter