Social Media Per Aziende

Fatto il social, trovato il workaround: escamotage per Instagram


Per chi
  • si rifiuta di arrendersi di fronte alle parole “no, non si può”
  • apprezzerebbe qualche sano consiglio su come procedere per gestire i “workaround” per Instagram

Workaround

workaround.ingl

Traduzione di “workaround”

Come abbiamo detto più volte ogni social ha il suo “carattere”, la sua “natura”.

Un esempio di workaround

Instagram fornisce l’esempio più eclatante di un mezzo social che abbiamo cercato tutti quanti di snaturare in base alle nostre esigenze.

Instagram difende fortemente la proprio identità di luogo in viene rappresentata la realtà istantanea. Ovvero lo scatto personale (quindi fatto esclusivamente con il proprio device mobile), postato praticamente in tempo reale.

Le API rilasciate da Instagram sono fortemente restrittive, appunto per difendere le sue caratteristiche, e per ora non permettono a nessun’altra app la pubblicazione di post, né tanto meno la loro programmazione.

Sappiamo tutti che l’orario di pubblicazione di un post su Instagram (oltre alla buona scelta degli hashtag e ovviamente alla bontà dello scatto) influenza tantissimo il successo o meno del post. Non sempre possiamo essere online e pronti per postare nelle ore giuste. Poi pensiamo alle aziende che gestiscono mercati internazionali: a volte è fondamentale postare nelle nostre ore piccole per intercettare i momenti di maggior flusso di utenti in paesi lontani.

Instagram non ne vuole sapere.

Ta da da da! Vi presento gli workaround per Instagram.

Estensione per Instagram

Abbiamo già parlato di quest’estensione (e ce ne sono tante altre simili, anche per Mac). Uno strumento decisamente utile, al quale mancano solo le funzioni di Direct Message e di invio dei post. Ma non è colpa dell’estensione se non ci sono!

Instagram for Chrome

Instagram for Chrome

Nuovo servizio di Hootsuite

Anche i capi di Hootsuite hanno riconosciuto la necessità di poter programmare in qualche modo i post in uscita e con tanto chiasso, pop-up, annunci per email e suonate di trombe e fanfare hanno lanciato il nuovo servizio per Instagram sulla loro piattaforma.

instagram on hootsuite

Ma non è proprio vero che programmare i post, o meglio Hootsuite ha una sua definizione molto elastica di cosa significa programmare.

instagram hootsuite notification

Ora, una piattaforma che mi invia una notifica alle 3 di mattina per pubblicare un post per me è un servizio pressoché inutile. Anche perché la notifica (solitamente!) non la vedo fino alle 6.30 di mattina o giù di li, quando il momento di reagire è già passato.

Quindi non ci soddisfa nemmen questo.

Soluzioni complete

Negli ultimi 24 mesi sono nate diverse agenzie che gestiscono gli account di Instagram per conto tuo. Eccone due a caso:

Latergram (Canada) e Onlypult (Russia). In entrambi i casi si tratta di agenzie con persone che lavorano 24 ore su 24 (non tutti fanno tutte le ore, mi auguro, ma a turni!) postando per conto tuo. La user experience è analoga a postare tramite una piattaforma automatizzata; ovvero scegli la data e l’ora per postare con la possibilità di consultare un calendario con tutti post schedulati.

instagram onlypult menu

 

Vantaggi?

Ovviamente il vantaggio più grande è il fatto che puoi veramente programmare tutto, andare a letto e non pensarci più, e sarà compito di qualche povero canadese o russo postare negli orari più anti-sociali per conto tuo. Poi ci sono anche altri piccoli vantaggi. Ad esempio su Onlypult puoi programmare la cancellazione “automatica” del post dopo un periodo di tempo da te definito, che potrebbe essere uno strumento utile per qualche campagna “Chi l’ha visto” ecc. Fornisce anche un minimo di analytics, completamente assente dalla piattaforma di Instagram, oppure puoi creare un gruppo di account da seguire. Piccole funzioni in più che possono essere utili. Ed i prezzi sono davvero contenuti – si tratta di cifre che vanno da €13 a €20 mensili per i pacchetti base.

Svantaggi?

Effettivamente si dà il controllo totale del proprio account a terzi se vogliamo completamente sconosciuti. Potenzialmente potrebbero fare quello che vogliono con il nostro account. Noi lavoriamo con Onlypult da quasi un anno, e ci troviamo benissimo. È successo forse 2 volte che un post programmato non sia uscito (molto accettabile) e nessun loro dipendente è impazzito iniziando a postare gatti sugli skateboard dai nostri account. Comunque, è un punto da considerare.

Un altro piccolo svantaggio è la perdita di alcune funzioni native di Instagram – ad esempio i filtri. Il piccolo canadese o russo in questione semplicemente posta la foto da voi creata nel momento da voi indicato. NON la modifica in nessuna maniera. Quindi le piattaforme devono fornire proprio degli strumenti loro per le modifica delle immagini. E non sono esattamente fantastici.

instagram onlypult filtri

Noi aggiriamo questo problema scattando belle immagini che non hanno necessità di filtri!

Per un’analytics più completa vi consigliamo sempre di usare Iconosquare, strumento abbastanza completo e gratuito.

Avanti, scattate, perché ora sapete anche programmare!

 

1 comment for “Fatto il social, trovato il workaround: escamotage per Instagram

  1. Gennaio 4, 2016 at 12:26 am

    Trovo assurdo questo “impuntarsi” da parte di instagram che costringe agli utenti di arrangiarsi come meglio può con software di terze parti. L’assurdo non sta nel disperato tentativo di lasciare genuino instagram, ma nel fatto che comunque permettono di svilupparle, appunto.

    Noi usiamo instapic, non permette i post programmati ma almeno possiamo postare dai nostri pc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest