Social Media Per Aziende

Si può risparmiare tempo nella gestione dei social media?


Per chi
  • è convinto di passare troppo tempo sui social (e ci sono buone probabilità che abbia ragione)
  • è assillato dalla mancanza di tempo (ovvero chiunque)

La risposta alla domanda del titolo è, come vi potevate immaginare, un sì condizionale. Si può senz’altro risparmiare tempo, SE ne stiamo sprecando. E allora una seconda domanda sorge spontanea: come si fa a capire se stiamo sprecando tempo?

Ci viene in aiuto un articolo postato sul blog di  bufferapp.com (che ormai dovreste aver imparato a conoscere). Secondo Neil Patel (l’autore) è possibile risparmiare quasi 7 ore alla settimana. E ora noi vediamo se è vero, vediamo eventualmente come si possono risparmiare e soprattutto vediamo dove le perdiamo, queste 6 ore!

Intanto la cosa che ci riguarda più da vicino è le PMI spendono un sacco di tempo sui social (vi ricordo che una spesa può essere un investimento, quindi non è di per sé tempo perso). Nella figura sono riportati i dati di una ricerca fatta negli Stati Uniti nel 2013

2013 social media marketing industry report

Probabilmente in Italia abbiamo ancora molte aziende che non sono presenti sui social media, ma per quelle che ci sono immagino che i numeri non siano poi tanto distanti. E più di 5 ore passate sui social per oltre la metà delle PMI è un numero decisamente elevato!

Dov’è che facciamo acqua?

Secondo Neil Patel il tempo perso sui social media in una settimana si può distribuire così

Time wasted on social media each week

ovvero

  • un’ora e mezza la perdiamo perché non sappiamo bene cosa fare
  • più di un’ora e un quarto si volatilizza durante la ricerca di contenuti
  • un’ora e un quarto di troppo la impieghiamo a guardare i social dei nostri concorrenti
  • un’ora ci distraiamo
  • per le risposte alle domande spendiamo tre quarti d’ora più del necessario
  • mezz’ora se ne va mentre cerchiamo di capire come funzionano i social
  • un’altra mezz’ora sparisce nel monitoraggio di metriche che non ci servono

In totale sono quasi 7 ore!

Come si tappa la falla?

#1 Strategia

Per prima cosa ci organizziamo e pianifichiamo, cosicché non andiamo a casaccio e sappiamo esattamente cosa dobbiamo fare. Se un social non rientra nella nostra strategia non lo consideriamo; se una metrica non è utile non la monitoriamo; stabiliamo quali concorrenti è utile tenere sotto controllo e quali aspetti della loro attività sono interessanti per noi

#2 Strumenti

Per seconda cosa ci organizziamo e ci dotiamo di una piattaforma per la gestione dei social media come hootsuite e di un sistema di monitoraggio delle notizie come feedly. Grazie a hootsuite possiamo pianificare la pubblicazione dei contenuti e di conseguenza circoscriverne la ricerca a momenti specifici durante la settimana. Grazie a feedly (eventualmente integrato con google alert) possiamo limitare al minimo le perdite di tempo durante quei momenti specifici.

#3 Check list

Per terza cosa ci organizziamo e creiamo una nostra personalissima social media check list, magari facendo particolare attenzione al venerdì pomeriggio. La routine tanto bistrattata è molto utile quando si tratta di limitare le perdite di tempo.

Regole di comportamento

Oltre ad organizzarci, possiamo impostare il modo in cui ci relazioniamo con i social così da evitare dispersione sia orizzontale (stiamo dietro a troppe cose) che verticale (passiamo su una singola cosa più tempo del dovuto).

#4 Limiti temporali

Stabiliamo il tempo che dedichiamo quotidianamente alla gestione dei social. Funziona come per le riunioni. Se stabiliamo l’ora in cui si chiude e a quell’ora si chiude davvero, si riesce sempre a trattare tutti gli argomenti entro quell’ora. Se non si dà un termine un argomento tira l’altro e non si finisce mai. Datevi un tempo e mettete un allarme. E, ovviamente, rispettatelo. Potete anche andare nel dettaglio e stabilire il tempo per ogni singolo social. Io mi trovo meglio con un tempo globale, ma non siamo fatti tutti uguali.

#5 Ruoli

Se c’è più di una persona in azienda che si occupa di social è utile assegnare dei compiti. È bene che ciascuno sappia fare tutto (specialmente nelle aziende piccole), ma la specializzazione aiuta molto a limitare le perdite di tempo. Datevi dei ruoli e poi tenetevi aggiornati tra voi.

#6 No chiacchiere

Va bene l’interazione, ma non fatevi prendere la mano: una chiacchiera tira l’altra e in un batter d’occhio è ora di cena. Imparate a troncare le conversazioni quando serve (naturalmente con la massima educazione) ed evitate di andare dietro a tutte le cose interessanti che vedete e di cui il web e i social abbondano.

#7 Notifiche

Non vi fate distrarre dalle notifiche. Sì, avete capito bene, le notifiche sono essenziali, ma rischiano di distrarre. Se controlliamo le notifiche di facebook sulla pagina facebook, ogni volta che diamo un’occhiata il nostro occhio rischia di essere fuorviato da tutte quelle cose interessanti che compaiono sul nostro diario. Inoltre i like sui post, i nuovi fan, i nuovi follower, i retweet, sono tutte cose di cui possiamo venire a conoscenza anche in un secondo momento. Non andate direttamente sulle pagine dei social a controllare le notifiche, ma convogliatele su strumenti neutri, quali ad esempio l’email e lo smartphone. E limitatevi a monitorare le notifiche realmente importanti.

 

In definitiva se non lo state già facendo potete organizzarvi e in questo modo potete risparmiare fino a 7 ore. Grazie a queste 7 ore in più, ogni settimana potrete venire su socialmediaperaziende.it a leggere i nostri articoli, commentarli e partecipare alle discussioni. Questo è un post win-win!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On PinterestVisit Us On Twitter