Social Media Per Aziende

Sbornia da social media


Per chi
  • ormai ha sviluppato segni di dipendenza dai social piuttosto evidenti
  • è esaurito e imbruttito dalla professione di social media manager e ha bisogno di farsi due risate (amare)

Ciao, sono un Social Media Manager e ho un problema…

Ciao, Social Media Manager. Se stai leggendo questo post è perché, dopo gl’iniziali entusiasmi, ti sei reso conto che la professione che hai scelto non è tutta rosa e fiori [e nemmeno chiacchiere e distintivo]. E non solo perché ancora non sei stato in grado di spiegare a tua madre che lavoro svolgi. Ma perché se non ti dai delle regole ferree rischi di oscillare tra il cazzeggio e il burnout.

Stare sempre connessi, senza essere in grado di gestire le priorità, è il male assoluto (ma non l’unico) che può minare la tua professionalità e il tuo equilibrio mentale.

Niente paura, ecco per te una lista di sedativi che puoi usare al momento del bisogno

sbornia

#1 Fai il focus sulle tue esigenze

Non di solo lavoro vive il Social Media Manager. Anche tu, come le persone quasi normali, hai bisogno di fare un po’ di movimento fisico e rilassare la mente per ritrovare la concentrazione. Io ho un cane che mi costringe e portarlo fuori per una passeggiatina almeno tre volte al giorno. Se proprio non vuoi prenderti un impegno così oneroso, ma puccettosissimo, puoi sempre optare per gli alert sul telefono che ti ricordano che è ora di staccare.

#2 Fai il focus sugli obiettivi

Ne abbiamo parlato qui. Aver chiaro cosa fare e quando farlo ti aiuta a non perdere tempo inutilmente e arrivare a tarda notte esaurito e senza aver concluso le priorità.

#3 Schedulì, schedulà: la magia della programmazione

Tutti hanno bisogno di vacanze e riposo, pensare di poter essere sempre online è folle, oltreché impossibile. Utilizza le piattaforme di Social Media Management per schedulare la routine e i post che hai previsto nel calendario editoriale. Così eviterai il blocco creativo ma anche la saturazione e potrai gestire i momenti di assenza e di vita personale offline.

#4 Qualità o quantità?

Un buon equilibrio tra le due, ovviamente. Postare senza criterio non va bene, ma nemmeno sparire perché non si ha niente da dire [in entrambi i casi, fossi in te, cambierei lavoro, eh]. Se hai bisogno di qualche ricetta semplice e veloce sulle quantità, questa infografica t’illuminerà come il cielo stellato del presepe.

 

E a proposito di sbornie colossali, ricorda sempre questa massima di Hemingway

hemingway

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest