Social Media Per Aziende

Linkedin: SWAM vs SPAM


Per chi
  • usa linkedin, ma non sa cos’è la SWAM
  • vive di gruppi linkedin a suo rischio e pericolo
  • ha letto tante cose positive sui gruppi linkedin e vorrebbe provarli

Abbiamo detto più volte che una delle cose più utili di linkedin sono i gruppi, luoghi di confronto che possono essere vissuti positivamente anche a livello aziendale. E da qualche settimana è anche più semplice tenerli sotto controllo.

Una cosa di cui si parla poco e a cui forse non si presta la dovuta attenzione è la SWAM.

 

Cos’è la SWAM?

Di fatto è la risposta di linkedin allo SPAM. Sta per Self Wide Auto Moderation ed è uno strumento potente che rischia anche di diventare fastidioso. In pratica dà la possibilità a qualsiasi utente di “bannare” (neologismo che deriva dall’inglese ban, che significa bandire) temporaneamente un altro utente.

 

Come funziona?

Quando viene condiviso un aggiornamento su linkedin, per il lettore c’è la possibilità di interagire in diversi modi, in particolare attraverso le opzioni in basso: Consiglia, Commenta, Condividi ecc.

Interazione con gli aggiornamenti su linkedin

Se però passate con il mouse in alto a destra appare dal nulla una minuscola freccia rivolta verso il basso, che vi mette a disposizione altre funzioni.

Linkedin - Contrassegna come inappropriato

Tra queste è presente Contrassegna come inappropriato. Se cliccate lì, la persona che ha scritto l’articolo viene bannata, ovvero gli viene impedito di scrivere in TUTTI i gruppi direttamente (indipendentemente dal gruppo in cui si sono “verificati i fatti”) e i suoi commenti vengono sottoposti al vaglio di un amministratore, anche se il gruppo non è moderato.

A quanto pare un tempo il presunto spammer veniva bannato a vita, ma poi il periodo di ban è stato ridotto ad un massimo di due settimane. Questo (la durata del ban) non è scritto nella pagina della guida di linkedin in italiano, ma è scritto in quella in inglese (che credo possiamo prendere per buona).

Moderazione dei post di linkedin

 

A cosa serve la SWAM?

Serve a impedire il proliferare dello SPAM. I gruppi di linkedin hanno sempre funzionato grazie al fatto che lo SPAM viene mantenuto al minimo, quando non eliminato del tutto. Meno SPAM significa più disponibilità a partecipare attivamente alla vita del gruppo, senza la paura di essere inondati da messaggi indesiderati.

In realtà frequentando diversi gruppi linkedin (anche se spesso, ahimé, solo da spettatore) osservo un fenomeno sempre più ampio di condivisione di articoli senza alcuna discussione a seguito della pubblicazione. Non è SPAM (e quindi non è soggetto a SWAM), ma non è nemmeno una prassi che stimola la partecipazione.

 

Che succede se mi “swammano”?

Ti metti l’animo in pace e attendi che ti “deswammino” (c’è chi ha provato ad accelerare il processo di “deswammazione”, con pessimi risultati). Nel frattempo puoi trovare conforto nella lettura dei post di questo gruppo, in attesa di poterti riabilitare e magari contribuire a tua volta alle discussioni. Ma, e qui mi sento molto discepolo di Lapalisse, se non ti fai swammare è meglio!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest