Social Media Per Aziende

4 cose, ma chiare: blogging for dummies


Per chi
  • ha intrapreso da poco la carriera di “blogger for business” e vuol fare il punto
  • ha un avviato blog aziendale che non riesce a decollare perché mancano le basi

Blogging: per molti ma non per tutti

Il blog aziendale è un arricchimento, un modo fantastico di attirare nuovi clienti e di fidelizzare quelli acquisiti semplicemente dando voce ai valori della tua azienda, informando, dialogando e intessendo relazioni.

Non tutti quelli che hanno aperto un blog, sono stati poi in grado di gestirlo. E piuttosto che investire in un’attività di cui ignoriamo le fondamenta e sulla quale non siamo disposti a formarci, meglio lasciare perdere.

Ma la domanda che è dentro di te (e che non è sbagliata) è: Come si fa a bloggare con stile?

blogging

 

 

Ti ho promesso 4 cose MA chiare ed eccole qua:

#1 Offri ciò che vogliono

Prima di tutto: un’analisi incrociata del tuo target, delle leve che spingono all’acquisto e dei valori dell’azienda che trovano rispondenza nel tuo pubblico. Da questo potrai capire cosa ha bisogno di sapere il tuo pubblico e anche qual è il tone of voice più indicato.

#2 Usa titoli efficaci, ma non menzogneri

Ne abbiamo già parlato qui, dei titoli efficaci e anche del non strafare fino a farli diventare clickbait. In generale ricorda che il titolo deve mantenere il patto di fedeltà con il lettore, incuriosire e invogliare a leggere l’articolo.

#3 Non parlare sempre di te

Il discorso di dosare la tipologia dei contenuti è un consiglio che non serve solo per i social, ma anche per i blog. Un 70% di contenuti inerenti al proprio core business e un 30% di argomenti che riguardano il settore è sempre una regoletta valida. Questo piccola percentuale di contenuti generalisti, ti permette anche di esplorare gli interessi dei clienti e di dare un respiro più ampio al tuo piano editoriale.

#4 Impara la sinergia degli strumenti a tua disposizione

Un volta che hai scritto un post super – fanta – mega – efficace il tuo lavoro non è finito. Eh già, perché se non lo condividi sui social è come mandarlo in giro per il mondo con le gambe spezzate. Ogni social ha il suo target, il suo modo di comunicare e il suo tone of voice. Una volta imparato ad usarli e dopo aver creato una strategia corretta per renderli efficaci, condividi i tuoi contenuti.

Ricordati che i contenuti non si duplicano (vogliamo parlare della noia di leggere le stesse cose su tutti i social?) e che è sempre buona norma fare vita attiva sui social e non il posta e fuggi.

Che tipo di blogger sei tu? Riesci a rispettare questi quattro consigli?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On PinterestVisit Us On Twitter