Social Media Per Aziende

2015 internet trends e le tendenze dei social media


Per chi
  • è curioso e vuol sapere come gira il mondo
  • è affascinato dai trends e in particolare dalle tendenze dei social media
  • farebbe anche a meno dei trends, ma si rende conto che conoscerli è utile.

Pochi giorni fa KPCB ha presentato l’Internet Trends 2015 (il report annuale delle tendenze di internet). Il report analizza le tendenze dell’uso di internet a livello globale e se da una parte possono sembrare numeri molto lontani da noi, dall’altra si tratta di elementi estremamente utili per capire in che direzione il mondo sta procedendo.

All’interno delle 196 slide si trovano veramente tantissimi dati interessanti, ma alcuni di questi dati ci hanno colpito in particolare.

La popolazione di internet

Gli utenti di internet rispecchiano grosso modo la distribuzione globale della popolazione, con ovvi picchi laddove c’è ricchezza maggiore. E allora scopriamo che a fronte di una penetrazione del 39% (nel 1995 era lo 0.6%) più del 50% degli utenti si trova in Asia. E non sono tutti in Cina.

distribuzione-utenti-internet-2015

Il mobile fa la parte del leone

Gli utenti che possiedono un cellulare sono più di 5 miliardi con una penetrazione del 73%. Di questi, nel 40% dei casi si tratta di smartphone. E la tendenza di crescita della diffusione degli smartphone è quella con la pendenza maggiore.

tendenza-crescita-2015

Va detto che se in termini assoluti la crescita si mantiene elevata, il tasso di crescita è in calo (per gli smartphone siamo passati dal 69% del 2012 al 23% del 2014), il che indica che ci si sta avviando verso una saturazione del mercato (ancora lontana, in ogni caso).

Inoltre, se il tempo passato su internet è mediamente in aumento, questo aumento è principalmente dovuto all’incremento dell’uso dei dispositivi mobili per navigare.

internet-trends-2015-tempo-su-internet

Le tendenze dei social media e l’impatto sulla comunicazione

La diffusione dei dispositivi mobili di nuova generazione ha portato ad un aumento degli investimenti in pubblicità. Questo dal punto di vista social ci interessa da vicino, vista la diffusione del social commerce e il sempre maggior numero di strumenti messo a disposizione di chi ha intenzione di usare i social come strumento di advertising.

Inoltre uno degli effetti principali della diffusione degli smartphone è l’uso sempre maggiore degli schermi verticali (siamo al 29% degli schermi complessivi, TV incluse). Questo ha costretto chi fa comunicazione a ripensare i contenuti in termini di responsività.

Parallelamente si osservano anche altri fenomeni

  • una sempre maggior diffusione di immagini e video, favorita dal costante aumento della velocità delle connessioni internet, ma anche dagli strumenti per la creazione di contenuti grafici sempre più potenti e alla portata di tutti
  • la diffusione massiccia delle applicazioni per la messaggistica istantanea (6 delle app più utilizzate sono di questo tipo), spesso utilizzate proprio per scambiarsi contenuti multimediali, di solito auto-prodotti
  • se la funzionalità delle pagine web resta fondamentale, oggi avere siti funzionali è relativamente semplice e sta diventando determinante il modo in cui le informazioni vengono presentate.

 

Le mie conclusioni sono che

  • il mondo cambia (e i social media pure) e dobbiamo stare al passo
  • non si può in alcun modo trascurare il mercato mobile, specialmente in prospettiva
  • l’occhio vuole sempre più la sua parte.

 

Che ne pensate? Chi di voi si è guardato tutte le 196 slide? Cosa vi ha colpito?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest