Social Media Per Aziende

Zero creatività e capacitare di disegnare? C’è Canva!


Per chi
  • ha chiaro che il ruolo di social media manager/esperto/formatore/blogger/coso richiede una gamma praticamente infinita di competenze, che è impossibile racchiudere in una persona
  • ha pure chiaro che uno strumento che ci permette di creare un po’ di grafica (passabile) non sostituisce il lavoro di un vero grafico, ma è uno strumento di sopravvivenza

 Mi volete dire che cos’è il che il Social Media Coso non fa/sa oggi giorno?

  • conoscenza intima dei principali social media (e non solo), delle loro funzioni tecniche, con un occhio al futuro per vedere cosa nasce e cosa cessa di esistere
  • competenze comunicative ben sviluppate e buona comprensione dei vari stili da adottare per i vari strumenti
  • una buona comprensione del SEO e SERP, keywords, tags, hashtags, metadata e compagnia bella
  • poliglottismo
  • pazienza infinita per spiegare al cliente numero 240 perché deve chiudere il profilo ed aprire una pagina per gestire la sua attività su facebook
  • disponibilità 24/7/365 e tempo di reazione misurabile in nano-secondi
  • competenze necessarie per svolgere i ruoli di genitore, figlio/figlia, partner/moglie/marito/amante, fornitore di pasti caldi e regolari in tavola almeno una volta al giorno, responsabile della selezione e acquisto delle materie prime per creare i suddetti pasti ecc ecc ecc
  • meglio ancora se capace di non dormire né mangiare, mai
  • what’s ferie?

Ecco, ora aggiungiamo la capacità di creare contenuti visivi. 5 anni fa l’account Twitter e pure l’account di Facebook potevano sopravvivere anche decentemente solo con i contenuti testuali. Ma, se nessuno ve l’ha detto, l’anno 2015 è l’anno dei contenuti visivi. Non tutti (persone, liberi professionisti, aziende di tutte le taglie) hanno il budget per poter usufruire di un vero grafico con quelle competenze che noi mediamente (parlo dell’animale social) non abbiamo.

Il social media coso si deve saper circondare di strumenti che l’aiutano a fare l’impossibile; essere un tuttofare, multitasking, autosufficiente, miracolo ambulante bipede.

Ecco Canva

Canva nasce in Australia nel 2012 (è curioso pensare che in Italia si potrebbe definire start-up, eppure nel primo anno ha superato i 750,000 utenti) e nel 2014 assume Guy Kawasaki come Chief Evangelist del prodotto. E Guy come Evangelist non scherza.

Essenzialmente si tratta di uno strumento per creare grafica web estremamente semplice; dalle forme grafiche già previste di default ad un “magazzino” colossale di immagini acquistabili, più la possibilità di caricare le proprie immagini e aggiungere testo. SE usi solo immagini di Canva (quelle gratuite non sono tante, ma ci sono) oppure le tue immagini, puoi usare lo strumento senza pagare assolutamente niente.

Facciamo una passeggiata in Canva

Your Designs   Canva

 

Basta aprire un account e vediamo subito le tipologie grafiche tra cui scegliere. È possibile impostare le proprie dimensioni, ma attualmente ci sono più di 20 template previsti, quindi dovresti trovare quello che cerchi.

 

E poi

 

Mi perdonerete se non mi sono impegnata a creare proprio una grafica top, ma volevo giusto farvi avere un’idea dello strumento. (Non c’è audio, solo video, quindi evitate di dare cazzotti al computer quando non sentite nulla; a mio parere si parla troppo in questo mondo, quindi ho optato per le versione silenziosa).

Che cosa si può fare su Canva?

  • scelta di un template in base alla destinazione della grafica
  • scelta di sfondi
  • scelta di immagini (a pagamento o gratis)
  • modifica dei colori/dimensioni ecc delle immagini di Canva
  • caricamento di immagini proprie
  • scelta di un layout (praticamente grafiche già fatte dove volendo basta fare giusto qualche modifica per personalizzarla)
  • una selezione praticamente infinita di banner e testi.

I costi?

Come vi ho già detto, anche zero. Le immagini senza costo sono identificate con Free e sulle altre basta passare il mouse per vedere il prezzo (io per ora ho trovato solo il prezzo di $1.00). Non è un prezzo economico se inizi a pensare di avere anche 2/3 immagini per grafica (e credetemi, si fa presto!) In più, potete anche acquistare “buoni” per pacchetti di immagini (ad esempio 11 immagini per $10.00 ecc.). Ma tra immagini gratis e vostre caricate, potete già creare delle grafiche “gradevoli”.

L’archivio

Canva tiene un archivio delle tue grafiche e puoi tornare e modificare tutto quello che vuoi quando vuoi. Nel caso che acquisti un’immagine da Canva hai solo 24 ore per effettuare le modifiche (non sono scemi! l’acquisto si riferisce all’utilizzo di quell’immagine per quella grafica, e non per un uso illimitato della stessa immagine).

Design School

Tra blog, tutorial ed esempi, alla Design School di Canva ci sono un’infinità di informazioni per aiutarvi a diventare dei “braverimmi falsi grafici”.

Sia chiaro, Canva non fa di voi dei bravi grafici, ma permette a noi animali non grafici e decisamente non artistici di fare almeno dei lavori convincenti, anche se non superlativi. Ora mi serve l’app che dà da mangiare ai cani, addormenta i figlioli, stende le lavatrici e tira giù i social media cosi dal soppalco quando si addormentano sulla tastiera.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest