Social Media Per Aziende

Copywriting e creatività. Un binomio imprescindibile.


Per chi
  • crede che la creatività sia un dono divino
  • crede che la creatività sia un dono di vino e relega questa caratteristica alla sfera degli alcolisti genialoidi

La creatività, abusata eppure così poco conosciuta

Tutti siamo creativi e nessuno lo è. Sicuramente c’è chi nasce con una predisposizione innata a quello che viene definito pensiero laterale, chi ha maggiori capacità intuitive e astrattive. Ma la creatività è una caratteristica che può essere sviluppata e che è necessaria in tutte le professioni e in ogni ambito della vita.

creatività

Proprio stamattina mi sono imbattuta in questo articolo che parla dell’approccio alla scrittura di Stephen King e del grande fraintendimento culturale del concetto di creatività. Per trovare l’ispirazione non è necessario attaccarsi alla bottiglia del vino o stordirsi, ma credere in se stessi, mettersi alla prova e non aver paura.

La vera scoperta non consiste nel trovare nuovi territori, ma nel vederli con nuovi occhi.
Marcel Proust

Quante volte ci siamo arrovellati su un testo senza riuscire a trovare la giusta angolazione, la prospettiva efficace che ci consentisse di regalare un nuovo sguardo a quell’argomento? Trovare un thread di cui nessuno abbia mai parlato prima è davvero difficile, se non impossibile. La differenza tra un bravo webwriter e un cuggino sta nel trovare il tone of voice nuovo o la chiave giusta per interpretare quel concetto.

Creatività è l’abilità di vedere relazioni là dove non ne esistono ancora.
Thomas Disch

Ormai anche il più ottuso dei cuggini ha capito che la vendita non passa più dal megafono dell’imbonitore, ma dalla costruzione di relazioni di fiducia con i propri consumatori. L’occhio creativo – ma anche analitico – fa la differenza quando è in grado d’intuire su quale nicchia di mercato i nostri competitor non sono incisivi o come attirare quella fetta di mercato che ci sfugge.

Adatta la tecnica all’idea, non l’idea alla tecnica.
Bill Bernbach

Saper usare gli strumenti non basta. Pensare che sia sufficiente saper smanettare sui social, senza la benché minima idea di cosa sia una content strategy o un piano editoriale ti farà solo perdere tempo, disperdere risorse e rovinare la tua reputazione aziendale.

Il genio è un uomo capace di dire cose profonde in modo semplice.
Charles Bukowski

Quando scrivi, non incartarti in infiniti panegirici di parole. Ricorda sempre che la semplicità espositiva è la dimostrazione del fatto che si è padroni del concetto che vogliamo spiegare. Less is more. Sempre.

Se non avessi il senso dell’umorismo mi sarei suicidato molto tempo fa.
Mahatma Gandhi

Per gestire i canali social, ma anche per moderare commenti di un blog o rispondere alle recensioni su TripAdvisor ci vuole un notevole sense of humor. Bisogna saper gestire i flame, prima di tutto i nostri e poi saper mediare quelli degli utenti. Una dote che può essere innata, ma che ha bisogno di tanto allenamento. A volte tantissimo.

Un metodo a prova di bomba per restare creativi: costringiti ad imparare qualcosa di nuovo.
Harvey Mackay

In questa professione – ma vale per tutto – bisogna mantenere viva la curiosità e la voglia d’imparare. Chi si sente arrivato e smette di formarsi muore. O diventa il cuggino spargi fuffa.

Creatività è permettersi di fare degli sbagli. Arte è sapere quali sono da tenere.
Henry Brooks Adams

Nessuno è perfetto. E gli errori sono sempre in agguato: un refuso in un post, un concetto travisato perché esposto in modo frettoloso o superficiale. Capita. Quello che fa la differenza è il saper rimediare all’errore e il trasformarlo in un’opportunità. E non solo. Imparare dagli errori, propri ed altrui, è fondamentale. È il concetto base dell’evoluzione della specie e di quella professionale.

La capacità di creare prodotti utili o belli e di trovare il modo di risolvere questioni non si limita alle persone dotate di talenti superiori, ma è un diritto che ciascun uomo di intelligenza media porta con sé dalla nascita.
Ernest Hilgard

Essere “bravi” non basta. Essere creativi nemmeno. Saper creare una sinergia tra talento, tenacia e studio è ciò che differenzia la comunicazione efficace dalle chiacchiere inutili. E il professionista dall’imbonitore.

Andate in pace.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest