Social Media Per Aziende

L’utilizzo delle @mention su twitter


Per chi
    • usa twitter
    • vuole capire meglio la @mention di twitter

Differenza tra “mention” e “risposta”

La risposta è più immediata: lo stesso twitter mette a disposizione un tasto da cliccare per interagire con un altro utente rispondendo ad un suo tweet (è possibile farlo anche a partire dal suo profilo).

Immagine4

Nella risposta, il @nome compare sempre all’inizio del tweet. Quando invece viene inserito all’interno del tweet o in fondo (quindi non all’inizio) si ha una mention.

Mentre una risposta compare solo sulla timeline di chi segue sia il mittente che il destinatario del tweet, una mention è trattata esattamente come un tweet normale, quindi visibile a tutti.

Sia in caso di risposta che in caso di mention, la persona @nome riceverà una notifica che lo avviserà di esser stato menzionato.

[Tip: Se vogliamo rendere una risposta visibile a tutti dobbiamo far sì che non inizi con @nome. Di solito questo si ottiene facendo precedere @nome da un punto (.@nome).]

Ecco un esempio di conversazione con risposta + mention

Immagine In questo caso il tweet è una risposta diretta – come si evince dalla posizione di @fumodilondra in “testa”. Ed è stata ottenuta semplicemente cliccando “risposta”.

In finale di frase, invece, @SMperAziende è una mention, ottenuta scrivendo il nick di social media per aziende [ovvero SMperAziende].

Quando si usa la mention 

Per un brand l’uso della @mention è fondamentale per incrementare le discussioni dei follower, per attrarne di nuovi e per suscitare interesse all’interno del proprio target di riferimento.

Ad esempio, citando @SMperAziende io ho richiamato l’attenzione di questo brand che riceverà una notifica; una sorta di campanello – Ehi, qualcuno sta parlando di te -. Questa è una fantastica opportunità per un’azienda, perché ha la possibilità – in tempo reale – di sapere “cosa e chi” parla di lei. Una corsia preferenziale dei clienti per parlare del vostro prodotto/servizio, che non bisogna lasciarsi scappare.

Tutto è pubblico su twitter e chiunque visiti la timeline di un brand può rintracciare tutte le conversazioni in diretta, non è necessario nemmeno essere followers. Ciò contribuisce ad una diffusione “capillare” del messaggio stesso.

In ogni tweet – ricordate che sono solo 140 caratteri – è possibile citare molti @nome, per coinvolgerli nella discussione.

Quindi, l’ultimo consiglio, è quello di usare la @mention con criterio.

Se state dialogando con un altro brand o con un vostro cliente, evitate, ad esempio, d’inserire nella discussione anche i vostri @collavoratori La conversazione potrebbe subire effetti devastanti…

Immagine

Ve lo confesso, l’ultima parte, oltre ad essere didattica, era per strapparvi un sorriso.

 

1 comment for “L’utilizzo delle @mention su twitter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest