Social Media Per Aziende

Ecco cosa sono le raccolte (collections) di Google+


Per chi

  • usa Google+, ma adora le board di Pinterest

È notizia di qualche giorno fa che Google ha creato un nuovo strumento per gli utenti di Google+ (con buona pace di chi ne decretava la prossima chiusura a seguito delle ultime scelte fatte dal colosso di Mountain View).

Si chiamano Raccolte (traduzione dell’inglese Collections) e sono moooooolto simili alle board di Pinterest. Potete accedervi dal menù di sinistra dal vostro account Google+.

raccolte-google-plus

Io sono tra quelli che sostengono che gli strumenti di Google sono belli e utili, ma ci vuole un dottorato per essere in grado di utilizzarli. Ma in questo caso posso dire che creare e gestire una raccolta è immediato – è sufficiente scegliere un nome e decidere la visibilità che le vogliamo dare.

raccolte-google-plus-crea

La possibilità di condividere una raccolta soltanto con una o più cerchie è sicuramente un valore aggiunto e candida le raccolte a divenire un vero e proprio strumento di collaborazione online.

Rispetto alle board, le raccolte sono un po’ più ampie, in quanto possono contenere immagini e video, ma anche foto, link, eventi e sondaggi, ovvero tutto quello che si può condividere tramite il nostro account G+.

raccolte-google-plus-aggiungi

A pensarci bene, è proprio come avere tante timeline, ciascuna con il proprio titolo. Del resto questo tipo di organizzazione dei contenuti si sposa perfettamente con il modo in cui gli utenti usano G+, che solitamente è legato ad approfondire gli interessi più che a condividere i propri pensieri .

 

Che lo strumento è nuovo si capisce se si prova ad usarlo. Mentre “pinnare” un’immagine per un utente mediamente sveglio è veramente banale (grazie soprattutto al pulsante pin it, ma non solo), “raccoglierla” al momento è un po’ più impegnativo. Bisogna infatti copiarsi il link all’immagine e inserirlo dentro la propria collezione. Niente di particolarmente complicato, ma si tratta pur sempre un passaggio in più.

Ma io sono pronto a scommettere che entro poco tempo avremo a disposizione pulsanti, menù contestuali e tutto il necessario per “raccogliere” un oggetto con un click! Chi accetta la scommessa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest