Social Media Per Aziende

Arrivare in fondo al post. Perché i tuoi lettori scappano prima?


Per chi
  • scrive, scrive ma nessuno arriva in fondo al post
  • è curioso di sapere come mai tutti scappano prima di sapere che…

Scrivere per gli altri

Scrivere non è solo una questione di talento. Sono molti i fattori che decretano il successo di un blog post. Il tempo per attirare l’attenzione – su un contenuto di valore, mi raccomando, niente super cazzole e click bait – è di 8 secondi. Pochini, eh?

Una cosa è scrivere per i media tradizionali, sul proprio diario segreto, su una lettera commerciale, un’altra sul blog aziendale. Vediamo cosa fare per evitare la fuga dei nostri amati lettori (nonché potenziali clienti).

attenzione del lettore

 

#1 Contenuto di valore

Il post deve essere SEMPRE informativo, utile, calibrato sul target per stile e argomenti trattati e con un layout che lo renda leggibile. E per questo, serve qualcuno che sappia scrivere e che abbia un efficace piano editoriale.

#2 Apertura ad effetto

Un cappello noioso, dispersivo o poco pertinente, sicuramente non invoglierà il lettore a proseguire nella lettura. Prova ad aprire con una domanda o un abstract accattivante dell’argomento che verrà sviluppato nel corpo dell’articolo. Anche un incipit che svela troppo, induce a una rapida occhiata e poi, alla fuga.

#3 Aiutati col visual

Le immagini non devono sostituire il contenuto, ma aiutano chi legge a “staccare” dal muro di parole e ad avere una suggestione di quel che andrà a leggere. Che sia un’infografica, un video o una fotografia (o una bella gif animata di Pocahontas) l’importante è che sia pertinente e aiuti l’occhio a scorrere agevolmente l’articolo.

A questo punto…

#4 Call to action

Ora sì, se ne può parlare. Se il tuo lettore è arrivato fino alla fine dell’articolo (e tu pure) val la pena provare a trasformare il lettore in un lead e in un potenziale cliente. Per strutturare una call to action efficace, ripensa all’obiettivo che ha motivato la stesura del post. Cosa vorresti dal tuo lettore? Sottoscrivere la newsletter? Commentare? Raccontare la sua customer experience?

Struttura la domanda che induca l’azione sperata.

E tu, toglimi una curiosità: hai letto tutto o sei arrivato direttamente alla domanda finale?

call to action

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest