Social Media Per Aziende

Se G+ non è un social di successo perché essere presenti?


Per chi
    • ignora la propria pagina G+ aziendale in quanto considera G+ un social fallito paragonato ad esempio, a facebook

Facebook è un “successo” come social invece G+ è un “fallimento”

Anzitutto mi verrebbe da dire, definiamo bene “successo” e “fallimento” (ma qui non abbiamo tempo), comunque posso essere d’accordo con il fatto che facebook è più popolato e molto più usato di G+. Verissimo.

Se la tua azienda ha deciso di investire nei social e ti trovi a valutare su quali canali investire, solitamente le primissime scelte sono facebook, twitter e youtube. Seguono pinterest e instagram. Difficilmente si sente parlare di un’azienda che decide di investire nella propria pagina G+.

Ti sento sai. E stai dicendo “ma io non ho aperto una pagina aziendale g+”, e sarà pure vero. Ma Google ci ha pensato per te. Google ha acquistato tutti dati disponibili per ogni azienda in Italia (ad esempio dalle pagine gialle), ed ha creato per ognuno una pagina. La tua pagina c’è, ed è visibile. Ma nessuno la sta gestendo.

Nhow Hotel a Milano ha un bellissimo sito (privo di link al social G+) comunque bello.

nhow milano g+

Invece se cerchi l’albergo su google maps arrivi alla pagina tristissima ed evidentemente non reclamata e non gestita dello stesso albergo.

nhow g+

Quindi

  • senza logo
  • senza foto di copertina
  • senza info sulla struttura (orari di apertura ecc.)
  • senza post di aggiornamento sulla struttura
  • senza risposte alle recensioni (poche e pure bruttine)
  • con solo 3 foto della struttura (2 di queste poi sono caricate due volte)

Google è forte. Fa un bel tentativo di recuperare un bel po’ di informazioni sull’azienda, ad esempio la mappa, lo street view, prende in prestito le foto dal sito ecc, ma comunque si vede che è una pagina abbandonata a se stessa.

La ricerca della stessa struttura sulla mappa di google porta questo risultato.

nhow g+

Probabilmente non è la miglior rappresentazione di un albergo 4 stelle, molto boutique e sicuramente trendy.

Poi è ovvio, a google piace di più chi gioca con google. Giocare con google gestendo la tua pagina G+ è molto meno faticoso che giocare contro l’algoritmo google motore di ricerca.

Chissà se Nhow con un ottimo web listening ci sta ascoltando. Terremo d’occhio la pagina G+ per vedere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On PinterestVisit Us On Twitter