Social Media Per Aziende

LinkedIn per B2B: molto più che una vetrina statica


Per chi
  • nutre ancora delle perplessità nell’utilizzare LinkedIn come brand
  • “ma LinkedIn non serve solo a mettere online il c.v.?”

Mostrare o dimostrare? Questo è il dilemma

Scusa Shakespeare se ti ho indegnamente parafrasato, ma qui la situazione è seria. Vedo immense S.P.A e piccole s.r.l. che non utilizzano LinkedIn o che, peggio ancora, lo usano male, limitandosi a due informazioni buttate a caso e poco altro.

essere o non essere su LinkedIn

Se sei ancora convinto che LinkedIn sia solo il luogo dove postare il tuo c.v. online sei rimasto fermo al 2010. Questa piattaforma è diventata sempre più social e permette di connettersi a partner commerciali, clienti, colleghi e competitors. Ma riempire i form delle informazioni non basta.

Pagina Aziendale

Creare una pagina aziendale è semplice, basta seguire tutti passaggi, inserire il logo e la cover e il gioco è fatto. Davvero? Certo che no. Una pagina statica è una pagina morta, consiglio che vale per tutti gli strumenti social. Un pagina aziendale deve presentare dei contenuti, se proprio non riusciamo a crearne ad hoc, diamoci almeno l’obiettivo minimo di condividere gli articoli più professionali e tecnici che pubblichiamo sul nostro sito e d’interagire con le persone con cui siamo connesse.

Pulse

Questa funzione di blogging è disponibile solo se si usa l’account in lingua inglese e ne abbiamo giù illustrato i benefici in questo post. Tuttavia è preferibile utilizzare questa piattaforma di micro blogging solo se ci sono ambassador interni in grado di conferire valore attraverso articoli personali. Scrivere bene non è per tutti.

Gruppi

Anche i gruppi hanno la loro ragion d’essere. Contribuendo alle discussioni si porta valore, si dimostrano le proprie competenze, si sviluppano contatti, si traggono insegnamenti e si trovano spunti nuovi per il proprio business e la propria comunicazione. Anche in questo caso, però, bisogna essere ben consapevoli di quali risorse possiamo dedicare alla gestione di questo canale e delle competenze necessarie.

In generale affidare i propri social a persone non competenti o poco formate è un rischio enorme per un’azienda. Su LinkedIn, essendo per sua natura un social professionale e non dedicato all’intrattenimento, è necessaria maggior attenzione e cura.

Ricorda, io magari non ti vedo. Ma i tuoi clienti e i tuoi competitors, sì.

LinkedIn e competitors

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest