Social Media Per Aziende

Paure comuni a chi approccia il Digital Marketing


Per chi
  • teme il cambiamento digitale

Chi ha paura del Digitale?

Non mi stupisce. Là fuori c’è ancora gente che divide la vita in “reale” e “virtuale”. Quello che purtroppo sfugge a molti – e a molti imprenditori – è che non c’è alcuna separazione. La vita è una, le connessioni molteplici e i modi di relazionarsi molto più numerosi rispetto a quelli noti fino a qualche anno fa. Di fronte al cambiamento ci sono due possibilità: nascondere la testa sotto la sabbia e fingere che tutto sia immutato o saper cogliere le opportunità. Avere paura è decisamente l’atteggiamento peggiore. Ma forse l’avevi capito.

Quando ero piccola, mia mamma aveva un metodo infallibile per placare l’ansia che mi paralizzava di fronte alle novità: mi faceva sdraiare nel lettone e mi spiegava per filo e per segno quello che sarebbe successo. Razionalizzando il processo mi sentivo più consapevole e quindi più rilassata ad affrontare il cambiamento.

Quindi su, vieni qui e sdraiati in questo lettone virtuale e  proviamo ad analizzare gli aspetti che di solito bloccano le aziende nell’approccio al Digital Marketing.

paura del digitale

#1 Paura di svelare il proprio know how

Quando mi trovo a spiegare che un metodo molto efficace per avere è quello di dare, ricevo sguardi allarmati e anche disperati. Eppure è così semplice! Se il tuo obiettivo è ottenere i contatti email dei tuoi lettori per convertirli in clienti, la strategia migliore sarà offrire loro qualcosa in cambio: un ebook, un tutorial, un estratto del libro che promuovi.

Nessuno fa niente per niente, espresso in maniera brutale. E l’89% degli acquirenti s’informa online prima di acquistare un prodotto.  Non temere di svelare il segreto del tuo successo. Non devi spiegare il tuo software o la tua strategia di delivery, ma capire quali sono i bisogni che puoi soddisfare, le curiosità, risolvere un problema. Solo così le persone saranno benevole nei tuoi confronti e saranno dunque disposte a contraccambiare la tua generosità.

 #2 Paura di modificare il sistema di vendita

In concetto più preoccupante è racchiuso nella frase “S’è sempre fatto così”. Viviamo cambiamenti così repentini che è davvero impossibile – e impensabile – credere di poter cristallizzare se stessi e la propria azienda in una bolla statica. La bolla, prima o poi scoppia. E fa parecchio male. Lo so, già solo sentire il termine e-commerce ti provoca la tachicardia. Quindi sarò dolce: anche il pizzicagnolo di Mordor ha un sito e-commerce. Un consiglio serio: se vuoi che le persone concludano la procedura d’acquisto, snellisci il processo e riducilo il più possibile.

#3 Paura di mostrare dati e risultati raggiunti

Va bene essere umili, ma a dimostrare di aver raggiunto gli obiettivi non c’è niente di male. Anzi. Testimoniano una crescita che è spiegabile solo con l’ottimo lavoro svolto e dal conseguente “sentimento positivo” che le nostre personas dimostrano nei tuoi confronti. E visto che il marketing funziona se è collaborativo, è giusto coinvolgere i nostri clienti, se non sono loro parte attiva dei nostri risultati positivi, chi altri?

Ho finito. Adesso puoi alzarti da questo lettino virtuale e provare a vincere le tue paure. O rimanere ancora un po’ qui a crogiolarti. Ma ricorda, il tempo perso non si recupera e dà un discreto vantaggio ai competitors. 

 

 

 

2 comments for “Paure comuni a chi approccia il Digital Marketing

  1. gennaio 12, 2016 at 12:55 pm

    E questa “paura” nasce dalla mancanza di conoscenza. Ciao Veronica.

    • Veronica Barsotti
      gennaio 14, 2016 at 4:25 pm

      Concordo, Rinaldo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest