Social Media Per Aziende

Cose da considerare quando apri un blog con wordpress


Per chi
  • è in procinto di aprire un blog e gradisce qualche indicazione su come partire.

Se avete intenzione di usare il web come strumento di promozione e comunicazione, aprire un blog oggi è diventato imprescindibile. A questo scopo ci sono numerosi CMS che vi facilitano il lavoro e tra questi wordpress è il più utilizzato.

Dando per scontato che avete registrato un dominio e acquistato un servizio di hosting compatibile con i requisiti di wordpress (magari proprio tra quelli che wordpress consiglia), vediamo quali sono le cose da fare per partire con il piede giusto.

 

#1 Configurazione

Una volta completata l’installazione, prima di tutto create un buon account per la sua amministrazione. Da evitare assolutamente di chiamare l’account “admin” (una manna per gli hacker). E soprattutto create una buona password, che contenga maiuscole, minuscole, numeri e caratteri speciali.

In secondo luogo modificate il tipo di link del sito andando in Impostazioni => Permalink

wordpress-impostazioni-permalink

e scegliendo l’opzione Nome articolo o una delle altre opzioni che contengono nel link il titolo dell’articolo, cosa utilissima per la SEO.

Per il resto le impostazioni dipendono dal tipo di blog che andrete a creare e inizialmente potete lasciare quelle di default.

#2 Plugin

Ci sono migliaia di plugin per wordpress che aggiungono funzionalità e che rendono il vostro sito più carino. Fate attenzione nella scelta perché non è tutto oro quel che luccica. Cercate di usare plugin testati, compatibili con l’ultima versione di wordpress e che vantano già un buon numero di utilizzatori.

Non esagerate coi plugin. Ogni plugin occupa spazio su disco e viene caricato insieme al sito. Benché in WordPress la gestione dei plugin sia ottima, troppi plugin possono essere causa di rallentamenti, senza considerare che spesso ci sono plugin incompatibili tra loro.

E se dopo aver installato un plugin decidete di non usarlo, non limitatevi a disattivarlo: eliminatelo. La maggior parte dei malware che attaccano i blog arrivano proprio tramite i plugin.

 

#3 Aggiornamenti

Proprio per prevenire falle nella sicurezza, mantenete il vostro blog aggiornato. Non è difficile, visto che wordpress vi avvisa ogni volta che c’è un aggiornamento disponibile.

wordpress-aggiornamenti

Benché possa accadere che un aggiornamento introduca un bug (gli aggiornamenti di windows ci hanno insegnato a diffidare…), i benefici a lungo termine sono sempre maggiori delle negatività.

 

#4 Backup

Predisponete un backup periodico del database e dei file. Se non sapete come fare potete cercare un plugin utile allo scopo.

La frequenza del backup dipende dalla frequenza di pubblicazioni che fate sul vostro blog. In ogni caso è sempre bene fare un backup prima di ogni intervento invasivo (come aggiornamenti, installazioni di plugin, cambi di tema…).

 

#5 Tema

La scelta del tema ovviamente dipende dal vostro gusto e non entro nel merito dell’estetica (anche se a volte vedo certi obbrobri…), ma state attenti alla fonte da cui attingete. Se cercate su Google trovate milioni di temi, ma se non state attenti potete beccarvi un virus pure da quelli.

Molto meglio virare su fonti sicure, come la directory di wordpress. Se avete qualche euro di budget, ci sono tanti venditori di temi, ma anche in questo caso fare attenzione non guasta. Documentatevi su cosa dice il web dei vostri potenziali fornitori, del resto siamo nell’era delle recensioni, no?

 

#6 Contenuti

Una volta che avete installato e configurato il vostro blog, potete cominciare a riempirlo di contenuti. Nel farlo considerate che

  • i vostri visitatori gradiranno sapere chi siete e qual è lo scopo del vostro blog
  • alcune informazioni per le aziende sono obbligatorie per legge (ragione sociale, sede, partita iva, registro delle imprese…)
  • la sidebar di wordpress è molto carina e dà la possibilità di aggiungere un sacco di widget – non vi fate prendere la mano
  • fate in modo che per i vostri visitatori sia facile contattarvi (noi l’abbiamo imparato a nostre spese)
  • siate frequenti negli aggiornamenti.

 

Buon lavoro!

1 comment for “Cose da considerare quando apri un blog con wordpress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Visit Us On FacebookVisit Us On Google PlusVisit Us On TwitterVisit Us On Pinterest